• Home » Notizie »

    Le Prodezze Fuori Area di Bob Corn Domenica 29 Luglio a Pigneto Spazio Aperto

    DOMENICA 29 LUGLIO

    Prodezze Fuori Area di BOB CORN

    selezioni per sopravvivere alla noia borgatara

    Fitus “The Dogfather” Fituso

    dalle 19:00
    ingresso libero

    @ PIGNETO SPAZIO APERTO – FESTIVAL DELLE CULTURE INDIPENDENTI
    Parco Del Torrione Prenestino – Via Ettore Fieramosca 20 – Roma
    prodezzefuoriarea@gmail.com

    Domenica 29 Luglio il nostro campetto di periferia chiude per ferie con un appuntamento speciale al Festival Delle Culture Indipendenti a Pigneto Spazio Aperto. Arriva infatti Tiziano Sgarbi, in arte Bob Corn, uno dei punti di riferimento della cultura DIY italiana, che con la sua chitarra ci regalerà emozioni degne delle veroniche di Roberto Baggio. Inoltre selezioni per sopravvivere alla noia borgatara a cura di Fitus “The Dogfather” Fituso. Ingresso come sempre libero.

    BOB CORN

    Un sound suggestivo e parole che arrivano al cuore.

    Questi è Bob Corn, l’uomo con la chitarra. S. Martino Spino è una frazione di Mirandola, comune del modenese immerso nel verde e luogo di nascita (nel 1968) di Tiziano ‘Tizio’ Sgarbi in arte Bob Corn. Nonostante la dimensione rurale in cui cresce, il ragazzo individua subito nel mondo della musica la strada da intraprendere, inizialmente dietro le quinte come organizzatore di show, festival e tour per band emergenti, e poi come discografico indipendente con l’etichetta Fooltribe, che negli anni successivi scopre e lancia diversi artisti.

    Ma il ruolo di addetto ai lavori apprezzato e rispettato non basta a Sgarbi, che presto sente l’esigenza di comporre personalmente la propria musica. I suoi primi scritti e componimenti risalgono al 2001 ed è proprio in quel periodo che nasce Bob Corn, l’alter ego che soddisfa le sue urgenze creative, mentre il più regolare Tiziano continua a rivestire le funzioni di sempre.

    Con la sua inseparabile chitarra acustica e i suoi testi sull’amore e sulle persone, Bob inizia ad esibirsi in giro per l’Italia dividendo il palco con gruppi quotati come One Dimensional Man e Xiu Xiu. Nel 2003 l’artista incide su disco quello che lui stesso definisce ‘sad punk’ anche se di punk ha davvero poco. Nasce così “Sad Punk And Pasta For Breakfast”, un album genuino e puro in cui voce e chitarra emozionano in modo spontaneo e diretto, con echi non troppo lontani di Will Oldham ma anche di Damien Jurado e Devendra Banhart.

    Dopo molti concerti, anche all’estero, Bob Corn torna in studio di registrazione per “Songs From The Spiders House” (2006), che riprende il discorso introdotto dal primo disco e lo sviluppa con pezzi folk bucolici e brani country, parole semplici che si muovono su una chitarra pizzicata con maestria.

    Con l’album “We Don’t Need The Outside”, uscito nel 2007, Bob Corn raggiunge anche un discreto successo grazie a 10 tracce folk, originali e personali, che scaldano il cuore.

    A seguire nel 2009 “From The Wooden Floor”, poi “The Watermelon Dream” del 2011, la collaborazione con Matteo Uggeri, ed infine l’ultimo “Songs To The Wind” che non fa che confermare il suo talento cristallino.

    http://www.fooltribe.com/
    http://www.pignetospazioaperto.it
    http://www.facebook.com/pignetospazioaperto
    http://www.prodezzefuoriarea.com
    http://www.facebook.com/prodezzefuoriarea

    Articoli Recenti

    + Popolari

    Attività degli Amici


    Torna Su